Periodi di studio all’estero

Progetti di Mobilità Internazionale in Francia

Da tre anni , il nostro liceo ha attivato alcuni progetti di mobilità individuale con la Francia, che hanno coinvolto una quarantina di studenti del triennio del Liceo Linguistico.

Scambio individuale

Gli studenti delle classi del Triennio, su base volontaria, possono fare richiesta di trascorrere un periodo di mobilità individuale in Francia, ospiti presso la famiglia di un corrispondente per un periodo di tre/quattro settimane durante il mese di settembre, con regolare frequenza delle lezioni presso il liceo partner. L’ospitalità̀ viene poi ricambiata per un periodo equivalente tra ottobre e novembre. Le spese a carico della famiglia sono quelle di viaggio e di accoglienza del corrispondente.
Le scuole partner negli scorsi anni sono state il Lycée Marguerite de Navarre di Bourges , il Lycée Emilie du Chatelet di Serris (région parisienne), il Lycée Pape Clément di Pessac (Bordeaux) e il Lycée Choiseul di Tours.

Soggiorno linguistico

Nello scorso anno scolastico abbiamo inaugurato un nuovo progetto di soggiorno linguistico presso il liceo “Emilie du Chatelet” di Serris per il periodo settembre-dicembre. Le studentesse coinvolte hanno alloggiato presso il campus del liceo alle stesse condizioni degli studenti francesi in regime di convitto, seguendo con profitto le lezioni del liceo.

Le diverse esperienze hanno sempre dato esiti molto soddisfacenti per quanto riguarda sia l’apprendimento linguistico che la crescita umana e culturale degli studenti coinvolti.

 

Studenti del Liceo Pascoli ospiti alla prima edizione del progetto SETTIMANA INTERNAZIONALE in Francia

Per la prima volta presso il Liceo Augustin-Thierry di Blois,  si è svolta dal 5. al 11. maggio 2019 una ”Settimana internazionale”, su una proposta della dirigente Évelyne Azihari.

Sotto la guida di Régina Baron, professoressa di tedesco, cinquantadue studenti da tutto il mondo ( Russia, Ungheria, Grecia, Italia, Germania e Romania) con i relativi insegnanti, sono stati accolti al liceo e presso delle famiglie di studenti francesi che si sono offerti volontari per ospitarli. Un ricco programma li attendeva. Sin dal primo giorno, gli studenti stranieri si sono uniti agli studenti francesi per seguire le ore di lezione del mattino, e il pomeriggio hanno avuto l’occasione di visitare la città di Blois, il suo castello e la Casa della Magia. Il giorno successivo i ragazzi, suddivisi in gruppi che univano tutte le nazionalità, si sono dilettati nella preparazione della loro conferenza comune, con il tema principale dei cambiamenti climatici. Tale conferenza si è tenuta il giovedì mattina e ha affrontato soggetti importanti ( energie, trasporti, rifiuti, acqua, biodiversità ) aprendo un dibattito al fine di interrogarsi sull’impatto dell’attività umana. Per l’occasione della conferenza si sono uniti al gruppo 25 alunni provenienti dal Sud Corea.
La visita di Chambord e il ricevimento presso il comune di Blois hanno occupato il pomeriggio, fino alla grande serata conviviale nella quale ogni gruppo ha presentato il proprio paese, la propria città e il proprio liceo attraverso diapositive, canzoni e danze.
È stata una successione di belle sorprese, nelle quali i giovani europei hanno mostrato talento, originalità e senso dell’umorismo, sempre mostrando il loro attaccamento alle proprie radici ma nello stesso tempo un apertura all’intercultura.
Il nostro Liceo è stato rappresentato da un gruppo di 9 alunni provenienti dalle classi 1G, 3G, 4C e 4G:
Alice Calzoli (4C): “E’ stata un’esperienza indimenticabile e formativa, che ha visto la coesione di culture, tradizioni e lingue differenti. Occasione unica grazie alla quale ho potuto potenziare l’uso delle lingue, ma sopratutto grazie alla quale ho conosciuto persone splendide; spero davvero che questo progetto venga ripetuto in futuro. Un ringraziamento speciale alla Professoressa Zoulova per l’egregia organizzazione del progetto.”
Erik Degl’Innocenti (4G): “Una bellissima esperienza che difficilmente scorderemo. E’ stato molto bello fare amicizia con tanti ragazzi di altre nazionalità.”
Leonardo Alampo: ( 1G) “Essendo in prima non potevo desiderare di più di questa favolosa esperienza passata con un gruppo fantastico. Un grandissimo ringraziamento a tutti e sopratutto alla professoressa che mi ha dato questa grande opportunità.”
De Silva Deva Vishmi (3G): “Sono immensamente felice di aver partecipato alla settimana internazionale. Conoscere coetanei di nazionalità differenti e confrontarsi con loro è stato sicuramente una delle cose più belle.”
Rebecca Grossi: (4G): “E’ stata un esperienza unica e indimenticabile. Ho conosciutodei nuovi amici con i quali ho condiviso nuove avventure. Spero tanto che questa opportunità possa essere ripetuta anche il prossimo anno.”
Matteo Fontani (4G): “Una delle migliori esperienze della mia vita. Mi ha aiutato molto a migliorare la mia conoscenza del francese. Mi sono divertito tantissimo e ho fatto tante nuove amicizie con persone da ogni parte del mondo.”
Gloria Zaccaria (4G): “E’ stata un’ esperienza indimenticabile che mi rimarrà sempre nel cuore e che mi ha lasciato tanto. Grazie a questo viaggio non solo ho avuto l’occasione di conoscere posti nuovi e potenziare l’uso delle lingue, ma anche di conoscere persone di diverse nazionalità, a cui mi sono affezionata in così poco tempo. Sono davvero felice di aver aderito a questo progetto, che spero venga riproposto in futuro. Grazie alla Prof.ssa Zoulova per averci dato l’opportunità di vivere questa esperienza.” 
Federico Pacella (3G): “Personalmente questa è stata la prima volta in una settimana internazionale con altri paesi. E’ stato fantastico. Non avrei mai pensato che sarei riuscito a fare amicizia facilmente, invece adesso ho amici sparsi per l’Europa! In futuro spero rifare un’esperienza del genere.”
 
Arianna Landi (3G): “…una delle esperienze più belle di sempre, ho conosciuto persone fantastiche, ho avuto la possibilità di legare con persone di altri paesi e di sperimentare davvero l’esperienza in una famiglia. E’ una settimana che non scorderò mai. Sono tanto contenta di avervi potuto partecipare, grazie ancora Prof.”

 


 

 

dimensione carattere
contrasto